Le mie letture del 2017

 

Quando penso a tutti i libri che mi restano ancora da leggere, ho la certezza di essere ancora felice.
Jules Redard

Il 2017 sarà un anno molto duro e importante per me, ricco di grandi cambianti.

Ho appena lasciato la mia prima impronta, l’avventura è appena iniziata. E sinceramente sono entusiasta e piena di paura. Ho paura di fallire, di non fare le scelte giuste, di infrangere i miei sogni. Inoltre – ammettiamolo – 2017 è un brutto numero. Primo, è un numero dispari. Secondo, contiene il 17. Terzo, si pronuncia in maniera sgraziata: DUEMILADICIASETTE. Con quella A tutta aperta e acida.

Eppure nonostante tutto non vedo l’ora di continuare a camminare e vivere ogni singolo nuovo giorno. E parte di questo entusiasmo è dovuto alla certezza che trascorrerò il 2017 in compagnia di tanti bei libri. E in vostra compagnia, perché anche questo blog ne fa parte.

Ecco quindi a voi una lista dei libri che mi aspettano:

 

1. Gli anni — Virginia Woolf

Dopo Gita al faro, continua la mia scoperta dei suoi romanzi

2. Autorità — Jeff VanderMeer

Si tratta del secondo libro della Trilogia dell’Area X. Il primo romanzo mi ha lasciata spiazzata, non sono ancora riuscita a farmi un idea ben precisa.

Se volete sapere cosa ne penso, ora che l’ho finito di leggere, vi lascio l’articolo.

3. La rete delle vita — Fritjof Capra

Dalla quarta di copertina: La somma di queste relazioni, che legano gli universi della psiche, della biologia e della cultura, è una rete: la rete della vita. Come non si può non esserne incuriositi. Tra l’altro mi piacerebbe leggerlo insieme ad Accetazione, perché dovrebbero trattare di tematiche simili.

4. La verità sul caso Harry Quebec — Joël Dicker

Credo di non aver mai detto tante volte “Voglio leggerlo” come per questo romanzo, e non aver mai iniziato. Prima a fermarmi è stato il prezzo proibitivo, poi il fatto che in biblioteca fosse sempre prenotato… Eppure sono certa che mi piacerà molto. Riuscirà la nostra Autrice a leggerlo? Lo scoprirete nelle prossime puntate.

La risposta è si, finalmente è riuscita a leggerlo. Eccovi la mia recensione.

5. Stoner — John Williams

Il desiderio di leggere questo romanzo – insieme a 26.900 lire, consigliatomi in un commento – è nato guardando le foto su Instagram. Mi hanno molto colpito i commenti e le recensioni. Speriamo che anche questo sia un buon consiglio.

6. La luce sugli oceani — M. L. Stedman

Consiglio di un’amica a cui non posso dire di no. Cosa c’è di meglio di una buona lettura, se non poterla condividere ed esaminare insieme ad un’amica?

7. La paranza dei bambini — Roberto Saviano

LaFeltrinelli non poteva scegliere copertina migliore per questo romanzo. Al solo guardarla si è immediatamente catapultati nella Napoli vera di Gomorra. Dopo aver letto Certi bambini di Diego de Silva (un pugno nello stomaco) sono curiosa di scoprire come Saviano affronta la tematica.

8. Il conte di Montecristo — Alexandre Dumas

Potrei trarne ispirazione per la mia vendetta, nel caso che questo anno mi tradisca.

9. Il buio oltre la siepe — Harper Lee

Non sono una grande amante della letteratura statunitense, ma sto cercando di abbattere il mio pregiudizio (come vedrete leggendo la lista).

10. Libertà — Jonathan Franzen

Purity è sicuramente stato il romanzo più chiacchierato e osannato del 2016, ma personalmente la trama non è nei miei gusti. Tuttavia grazie a lui ho conosciuto Franzen (ammetto la mia ignoranza) e spero di poter leggere Libertà nel breve periodo.

11. Il cimitero di Praga — Umberto Eco

Pur con tutti i suoi difetti (praticamente nessuno), uno dei miei autori preferiti.

12. Ristorante al termine dell’Universo — Douglas Adams

Libro minuscolo, nomi impossibili da pronunciare, giallo: tutte premesse per un libro di cui diffidare. Eppure sono certa che lo amerò e che lo rileggerò più e più volte

Anche questo libro è stato letto, se volete leggere la mia recensione clicca qui.

13.  Tony & Susan — Austin Wright

Sono rimasta folgorata dalla sua trasposizione cinematografica: Animali Notturni è stato il mio film preferito del 2016, quindi non vedo l’ora di poter leggere anche il romanzo da cui è stato tratto.

Se siete incuriositi e volete leggere la mia recensione cliccate qui.

14. Sotto un sole diverso — Ernst Lothan

Una saga familiare tirolese in cui spero di scoprire un risvolto poco noto della storia italiana.

15. Confusione — Elisabeth Jane Howard

Dopo aver letto i primi due capitoli della Saga dei Cazalet, non vedo di tornare a trovarli. Se riesco a resistere, vorrei leggerlo d’estate. E come ciliegina sulla torta… ha un copertina meravigliosa.

16. La valle della paura — Arthur Conan Doyle

È un romanzo di Sir Arthur, è contenuto nel “Giallo”, presto tornerà Benedict Cumberbatch: non occorre altro.

Se siete incuriositi e volete leggere la mia recensione cliccate qui.

17. Gli anni — Annie Enaux

 Galeotta fu LaFeltrinelli e l’iniziativa “Cento librai per cento libri”.

Se siete incuriositi e volete leggere la mia recensione cliccate qui.

La lista non finisce qui, ma ho pensato di scriverla fino al diciassettesimo titolo per tentare di far pace con quel povero numero che ho così tanto bistrattato.

Il libro che sta facendo da ponte e che ho in lettura invece è In città zero gradi di Daniel Glattauer, in attesa della neve.

E voi? Quali sono i vostri 17 libri che vorreste leggere nel 2017? Avete già letto quelli che ho inserito nella mia lista?


Se vorrete farmi compagnia, ecco i link dove acquistare i diciassette:

 Gli anni – Virginia Woolf

Autorità. Trilogia dell’Area X: 2

La rete della vita

La verità sul caso Harry Quebert

Stoner (Le strade)

La luce sugli oceani

La paranza dei bambini

Il conte di Montecristo

Il buio oltre la siepeLibertà

Il cimitero di Praga

Ristorante al termine dell’universo

Tony & Susan

Sotto un sole diverso

Confusione. La saga dei Cazalet: 3

Sherlock Holmes. La valle della paura

Gli anni – Annie Ernaux

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *