#sindromidalettrice

Mentre stavo scegliendo il segnalibro da usare prima di iniziare la seconda lettura di Annientamento, ho realizzato quanto potesse risultare buffa questa mia piccola mania dall’esterno e al contempo che potesse essere un’idea carina da raccontare. Una possibilità di ridere con voi di tutte le piccole ossessioni che ci rendono noi. Certa che non potessi essere la prima ad aver …

Pregiudizio: Guida galattica per autostoppisti

Per me, figlia degli anni Novanta, tutto ciò che precedeva la mia nascita era da considerarsi vecchio e sorpassato. Guida galattica mi richiamava subito un immaginario di alieni verdi con le antenne e rapimenti spaziali a discapito di cittadini statunitensi; ma la ciliegina sulla torta era sicuramente la parola autostoppisti richiamo immediato ad uno stile di vita molto lontano da …

Buio: Le intermittenze della morte

Morire, in fin dei conti, è quello che c’è di più normale e comune nella vita, un fatto di pura routine. C’erano una volta una madre e una ragazza. Quando era bambina la madre ogni sera le leggeva alcune pagine di un libro. Anni dopo quella bambina è cresciuta, è diventata quasi una donna. Si trova al capezzale di un …

Le mie letture del 2017

  Quando penso a tutti i libri che mi restano ancora da leggere, ho la certezza di essere ancora felice. Jules Redard Il 2017 sarà un anno molto duro e importante per me, ricco di grandi cambianti. Ho appena lasciato la mia prima impronta, l’avventura è appena iniziata. E sinceramente sono entusiasta e piena di paura. Ho paura di fallire, …

Infanzia: Favole al telefono

C’era una volta… …una bambina che non poteva dormire senza una storia, e la mamma, quelle che sapeva, gliele aveva già raccontate tutte anche tre volte. Così una sera trovò come apparso dal nulla un libro dalla copertina un po’ brutta, senza immagini. La bambina non era molto contenta, era abituata ai suoi libri di fiabe tutti illustrati. Anche il …