Ristorante al termine dell’universo

“Uno degli ultimi posti che controllarono fu la nicchia in cui era collocata la macchina Nutrimatica. Sulla piastra in consegna c’era un piccolo vassoio su cui erano posati tre tazze e tre piattini di porcellana, una lattiera anch’essa di porcellana, una teiera d’argento contenente il miglior tè che Arthur avesse mai assaggiato, e un biglietto su cui era stampata la …